mercoledì 22 febbraio 2012

Panini di patate


Succede un giorno che tuo marito vada a frequentare un corso di pasticceria napoletana e che da quel giorno entri in fissa per il pane fatto in casa…..ecco  tutto questo è successo a casa nostra: visto che la mia dolce metà è un grande appassionato di dolci, gli avevo regalato un corso di pasticceria napoletana con il fine dichiarato di poter, un giorno, gustare, a domicilio, le delizie di Sorrento…..ma di dolci napoletani a casa nostra non c’è mai stata traccia; in compenso, però, da quella lezione, gli è scoppiata un’altra sanissima passione per il pane fatto in casa …..comunque tra tutte le varie sperimentazioni di panificazione, questi panini di patate sono un compromesso tra me e lui: lui voleva fare il pane ed io avevo queste patate bollite che volevo assolutamente far fuori…..complice la Nanetta, ci siamo tutti e tre messi all’opera: io a schiacciare le patate, lui  ad impastare e la Nanetta che si divertiva a mettere le dita un po’ dappertutto. Questi panini di patate sono risultati buonissimi: croccanti fuori e morbidi dentro, tanto che la  Nanetta li ha subito adottati come base per la sua merenda di home-made marmellata.

Ingredienti:
700 gr di farina
1 cubetto di lievito di birra
2 cucchiaini di zucchero
350 gr di patate lessate e schiacciate
2 cucchiaini di sale
4 cucchiai di olio evo
Acqua calda q.b. (considerate almeno 300 ml)
In una terrina sciogliete il lievito di birra con acqua tiepida. Mettete la farina in modo da formare una montagnetta, scavate al centro della montagna e versate lo zucchero, il sale, l’olio e le patate schiacciate. Lavorate il tutto aggiungendo, poco alla volta, l’acqua calda in cui avrete sciolto il lievito. Continuate a lavorare l’impasto in modo da amalgamare tutti gli ingredienti e da ottenere una palla omogenea. Mettete la palla in un’insalatiera, copritela con uno strofinaccio e ponetela vicino ad una fonte di calore: io ho messo il tutto semplicemente su di una sedia accanto al termosifone. Lasciate lievitare per un’oretta almeno. Poi prendete il vostro impasto e lavoratelo nuovamente dandogli la forma che desiderate: noi abbiamo fatto dei paninetti che abbiamo disposto sulla teglia. Lasciate i panini lievitare sulla teglia ancora una mezz’ora poi infornate a 170° nel forno ventilato per 45 minuti circa: durante la cottura, almeno una volta, bagnate i panini con dell’acqua tiepida oppure del latte,  ultimate la cottura e lasciate raffreddare prima di consumare.    

2 commenti:

  1. Ciao, ma che farina intendi? 0 o 00?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, io ho usato la farina bianca, la 00, quella più raffinata.

      Elimina

Commenti golosi